Ciao, Rita. Ci mancherai.

Con Rita Borsellino se ne va una figura storica dell’antimafia.

Una donna forte, coraggiosa, che non ha esitato a schierarsi in prima persona contro il “cuffarismo” e la sinistra “consociativa” in Sicilia. Di carattere schivo, a volte duro, portava con sé il dolore non solo per il fratello Paolo ucciso dalla mafia, ma di una terra che voleva riscattare nella sua bellezza e civiltà.

Incrocia l’impegno politico, non partitico, ma come esigenza civica etica.

Per questo era diventata punto di riferimento di migliaia di ragazze e ragazzi che si appassionano all’impegno per la legalità la giustizia e la libertà. Chi come me ha avuto l’opportunità di conoscerla e frequentarla sa della sua dirittura morale e della sua idea della politica partecipativa ed inclusiva.

“Un’altra Storia”, la sua associazione con la quale si candidò a Presidente della regione Sicilia, aveva capito prima di altri che c’era bisogno di rinnovare i partiti (di sinistra) e anche per questo spesso è stata ostacolata dalle forze del centro sinistra. Rita ci lascia una eredità importante che non va dispersa. “La memoria è vita che si coltiva ogni giorno”, come diceva sempre lei.

In questo momento di dolore esprimiamo ai suoi familiari i nostri sentimenti di vicinanza e solidarietà.

Ci mancherai

Ciccio Ferrara

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial | Privacy Policy - Cookie Policy